Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
08/07/2021

In Alto Adige non è estate senza lo shopping serale in paesi e città

L’Unione: “Per centri urbani vivi e attrattivi”

Diventate ormai parte integrante del programma estivo dell’Alto Adige, negli anni passati le circa 200 serate di shopping, con il loro vario programma di contorno, hanno animato oltre 30 centri urbani dell’Alto Adige. “Si è trattato sempre di un’offerta assai varia e in grado di presentare al meglio, a residenti e ospiti, i nostri paesi e città così pieni di vita e attrattività”, sottolinea il presidente dell’Unione Philipp Moser.

Anche se, quest’anno, a causa del Coronavirus, soprattutto le manifestazioni di contorno non potranno essere particolarmente variegate, una dozzina di località dell’Alto Adige offriranno comunque le apprezzate serate dello shopping. Come già in passato, uno dei motori dell’iniziativa sono le molte piccole aziende a conduzione familiare presenti nei centri urbani. “Disponiamo ancora di centri urbani vitali e di un commercio di vicinato intatto. Un patrimonio che non possiamo lasciarci sfuggire senza reagire – con la collaborazione di tutti: aziende, politici, amministratori comunali, operatori turistici”, spiega Moser.

“Quando si tratta di rendere sempre più attrattivi, vivi e vitali i nostri paesi, centri urbani, centri storici o quartieri, è nostro compito contribuire in maniera determinante a questo obiettivo. In questo senso, oltre al commercio al dettaglio, giocano un ruolo fondamentale anche le altre aziende locali nei settori gastronomia, servizi, affitti privati e artigianato”, chiarisce Moser. Centri urbani vitali con elevate frequenze incrementano i circuiti economici locali. Paesi e città ben funzionanti sono, allo stesso tempo, la base per aziende di successo ed elevate qualità della vita.

In questi giorni aprono la rassegna delle serate di shopping alcune località in tutta la provincia. “Le nostre aziende stanno facendo vedere coraggio e forza di volontà. Il loro obiettivo è ripartire, e ciò significa anche shopping serale e prolungamento degli orari d’apertura in estate”, sottolinea ancora il presidente dell’Unione, che invita la popolazione altoatesina a godere dell’occasione per compiere qualche acquisto o anche fare una semplice passeggiata nelle località.


Tutti gli appuntamenti con lo shopping serale attualmente in programma in Alto Adige su: www.unione-bz.it/shoppingserale
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

20/07/2021

Gestori di centri fitness dell’Alto Adige: “Abbiamo bisogno di regole eque – come nel resto d’Italia”

Anche dopo che il resto dell’economia altoatesina ha potuto finalmente tornare a un’attività quasi normale, i centri fitness devono ancora lottare contro limitazioni severissime: a provocare la rabbia dei gestori è soprattutto il fatto che, in Alto ...
 
 

13/07/2021

A partire da 16 luglio 4 settimane di saldi estivi in Alto Adige

L’Unione  e la Camera di commercio di Bolzano hanno fissato l’inizio dei saldi estivi in Alto Adige al 16 luglio. La durata dei saldi è di 4 settimane. L’Unione rimane convinta dell’importanza di questo strumento di vendita. “Le svendite di ...
 
 

09/07/2021

Vaccinare, vaccinare, vaccinare

L'Alto Adige deve continuare ad attuare coerentemente la sua strategia di vaccinazione e continuare a sensibilizzare e convincere la gente, sottolinea l’Unione. “Siamo chiaramente e inequivocabilmente a favore della vaccinazione. Riteniamo ...
 
 

02/07/2021

Rabbia dei gestori di centri fitness: “20 percento di clienti in meno"

Il Covid-19 ha colpito con estrema durezza i centri fitness. “Dopo otto mesi di lockdown abbiamo riaperto per quattro settimane. E il primo bilancio è desolante: mentre tutti i settori più colpiti dalla pandemia sono finalmente in grado di ...