Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
11/01/2019

Bolkestein, definitivamente esclusi i commercianti ambulanti

Il presidente della categoria nell’Unione Andreas Jobstreibizer: “Ora serve un nuovo quadro normativo”

Il presidente dei commercianti ambulanti nell’Unione Andreas Jobstreibizer
La Legge di bilancio recentemente approvata dal Governo a Roma ha definitivamente escluso le aziende del commercio ambulante dalla cosiddetta Direttiva Bolkestein, cioè la legge europea del 2006 che, in nome della concorrenza e del libero scambio tra i Paesi UE, prevedeva – tra le altre cose – di rimettere a bando le concessioni del commercio ambulante. “Per tutta la categoria – afferma soddisfatto il presidente dei commercianti ambulanti nell’Unione Andreas Jobstreibizer – si tratta di allontanare una spada di Damocle sempre presente nonostante le numerose proroghe succedutesi in questi ultimi dieci anni”.

L’esclusione dei commercianti ambulanti dagli effetti della norma europea evita agli imprenditori del settore il pericolo di vedersi esclusi dall’assegnazione della concessione per un banale errore di forma. “Niente più bandi, niente più selezioni, niente più rilascio di concessioni limitate, niente più rischi di perdere il posto su cui lavori da una vita. Dopo tre anni di manifestazioni, iniziative, dibattiti, incontri e riunioni, finalmente possiamo dire di avere raggiunto il nostro obiettivo, a tutto vantaggio dei nostri associati e dei circuiti economici locali dei quali garantiscono la sopravvivenza”, sottolinea Jobstreibizer.
 
Ora la palla passa alla Provincia di Bolzano e ai Comuni dell’Alto Adige che, di fatto, in questi anni sono rimasti in attesa di capire il quadro normativo vigente. Spetterà infatti agli enti locali mettere mano al settore, riassegnare i posti vacanti e modificare i regolamenti del commercio su aree pubbliche per adeguare la situazione giuridica ai recenti avvenimenti.
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Christine Walzl

Categorie
Segretaria di categoria
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 514
E-mail:
Bozen
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

20/06/2019

Associazione 50+ nell’Unione: eletto il nuovo direttivo

Nell’ambito di un’assemblea dedicata, l’Associazione 50+ ha recentemente eletto il proprio direttivo. Christine Fuchsberger, Karl Zambaldi, Josef Windisch, Peter Hillebrand, Marianne Unterhofer, Waltraud Mahlknecht Rungaldier, Oswald Delleg ed Erwin ...
 
 

19/06/2019

Spostamento dei saldi estivi a fine luglio

In un sondaggio eseguito dall’Unione, la maggioranza dei commercianti al dettaglio altoatesini si è espressa a favore di uno spostamento dell’inizio dei saldi di fine stagione estiva per quest’anno. “Per molti commercianti, la data prevista ...
 
 

13/06/2019

Dal 1° luglio invio telematico dei corrispettivi giornalieri, l’Unione chiede una proroga

Come noto, in Italia, a partire dal 1° gennaio 2020, i commercianti al dettaglio e i soggetti assimilati, dovranno memorizzare elettronicamente, e quindi trasmettere telematicamente all’Agenzia delle entrate, i dati relativi ai corrispettivi ...
 
 

11/06/2019

Idee, la valuta del futuro

Lo scorso anno diversi incontri di networking del settore pubblicitario, workshop strategici e una serie di interventi formativi specifici e di alto livello sono stati gli eventi al centro dell’attività del settore creativo dell’Alto Adige. In ...