Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
05/02/2021

Pizzaiolo: nuova qualifica professionale

La Giunta provinciale ha approvato una nuova misura che permetterà agli aspiranti pizzaioli di acquisire la qualifica professionale in due istituti altoatesini.

Via libera alla nuova formazione professionale: il pizzaiolo. La pizza è a tutt'oggi uno dei cibi più amati e famosi in tutto il mondo, diventando nel tempo un simbolo dell'italianità. Dietro a questo cibo c'è il grande lavoro dei pizzaioli, ai quali spetta un grande lavoro di preparazione: dalla scelta dell'impasto e degli ingredienti, alle farciture, fino alla cottura. La professione di pizzaiolo, dunque, rimane molto richiesta anche in Alto Adige e partendo da questo presupposto, il 2 febbraio la Giunta provinciale, su proposta degli assessori Giuliano Vettorato e Philipp Achammer, ha approvato un'importante misura che permetterà agli aspiranti pizzaioli di formarsi direttamente sul territorio, acquisendo la qualifica professionale.

In futuro, presso due istituti tecnici in provincia, la Scuola professionale alberghiera provinciale in lingua tedesca "Emma Hellenstainer" di Bressanone e la Scuola Professionale Provinciale Alberghiera in lingua italiana "Cesare Ritz" di Merano, sarà possibile acquisire la qualifica professionale di pizzaiolo. "Quello di pizzaiolo è un mestiere che può avere successo – sottolinea l'assessore alla scuola Giuliano Vettorato – dietro al quale c'è passione, dedizione e anche un'alta e costante richiesta sul mercato del lavoro. Ai giovani del nostro territorio diamo la possibilità di formarsi direttamente sul territorio e con una formazione veramente qualificata". "Con la decisione odierna – sottolinea l'assessore Philipp Achammer - la nuova qualifica sarà inclusa nel Registro provinciale del sistema educativo di istruzione e di formazione". L'introduzione della nuova qualifica è stata sviluppata dal Centro di coordinamento Formazione continua professionale e dalla Direzione provinciale formazione professionale continua in lingua italiana, in accordo con i due istituti.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

05/05/2021

L’Unione organizza per la prima volta le lezioni con gli esperti online

Tra i progetti destinati ai giovani realizzati dall’Unione commercio turismo servizi Alto Adige ci sono anche le lezioni con gli esperti abbinate alle visite aziendali che, quest’anno, a causa del Coronavirus, si terranno online. In questo campo ...
 
 

23/04/2021

Abbreviata la formazione per pasticceri

I pasticceri nell’Unione accolgono con favore la recente delibera della Giunta provinciale che riduce il periodo di formazione per i giovani pasticceri dagli attuali quattro a tre anni. “Abbiamo sempre nutrito dei dubbi legittimi sull’eccessiva ...
 
 

23/02/2021

Novità: il Tecnico del commercio

Il commercio e i servizi stanno vivendo un enorme cambiamento. In un mondo sempre più digitale le richieste dei clienti sono cambiate altrettanto decisamente. E per essere pronti ad affrontare queste e altre sfide, l’azienda richiede maggiori ...
 
 

12/10/2020

Chi ben comincia

... è a metà dell’opera. Come panificatori passano la notte al lavoro nei forni per rallegrare la vita degli altri il mattino seguente. Con tanta adrenalina in corpo e altrettanta forza nelle braccia i due apprendisti panificatori Florian ...