22/03/2022

Artigiani e commercianti: contribuzione dovuta per il 2022

Per la contribuzione dell’anno 2022 di artigiani e gli esercenti attività commerciali è previsto che:
  • le aliquote delle gestioni pensionistiche per il 2022 sono pari al 24% per gli artigiani e al 24,48% per i commercianti;
  • per i coadiuvanti e coadiutori con meno di 21 anni, le aliquote sono il 22,80% (artigiani) e 23,28% (commercianti);
  • si applica la riduzione del 50% dei contributi dovuti da artigiani e da commercianti con più di 65 anni, già pensionati presso le gestioni dell'Istituto
  • è dovuto il contributo per le prestazioni di maternità pari a euro 0,62 mensili.
I redditi minimali e massimali di riferimento per il 2022 sono:
  • reddito minimale: 16.243 euro;
  • reddito massimale: 80.465 euro (euro 105.014 per soggetti privi di anzianità contributiva al 31.12.1995).
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Andrea Pircher

Dottore commercialista e revisore legale
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

21/05/2024

Tardiva comunicazione ENEA e fruizione dell’ecobonus

La Cassazione ha chiarito che l’omessa/tardiva comunicazione all’ENEA (rispetto ai 90 giorni previsti) non determina la decadenza dall’agevolazione, rilevando che la norma che ha previsto l’obbligo di trasmissione della comunicazione all’ENEA ...
 
 

17/05/2024

Adeguamento statuti ASD e SSD

Entro il 30 giugno 2024 le Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD) e le Società Sportive Dilettantistiche (SSD) hanno l’obbligo di adeguare il proprio Statuto sociale secondo la normativa prevista dal D.Lgs 36/2021. Le ASD/SSD che non ...
 
 

14/05/2024

Definito il “regime premiale” degli ISA

Con un recente provvedimento è stato definito il regime premiale per i contribuenti soggetti a ISA per l’anno 2023 (modello redditi 2024) che presentano elevati profili di affidabilità. 

 
 

09/05/2024

Dl Salva Conti, proroga per il ravvedimento speciale

Il ravvedimento speciale è stato esteso alle violazioni riguardanti le dichiarazioni validamente presentate relative all’anno di imposta 2022 e prorogato al 31 maggio 2024 il termine entro il quale rimuovere l’irregolarità / omissione. Lo stesso ...